fbpx

Episodio 18 –
Come gestire una discussione mantenendo buone relazioni

“Il modo migliore per avere la meglio in un una discussione consiste nell’evitarla.”

William James

 

Quanto è importante saper gestire i rapporti con gli altri? 

Si tratta di momenti delicati e cruciali che aprono dei veri e propri bivi nella nostra vita.
Quando si presenta l’occasione di un confronto con altre persone, la sua buona gestione può portarti a realizzare e raggiungere scopi che ti eri prefisso e continuare a mantenere legami importanti.
Dall’altra parte una cattiva gestione dello stesso momento può rovinare un rapporto e chiuderti di riflesso anche tutte le possibilità che quel rapporto conteneva.

“Insieme” è più facile e anche più difficile

E’ vero che l’unione fa la forza e stare insieme è sicuramente una ricchezza. Un’altra verità è che all’interno dei rapporti umani le divergenze sono inevitabili, sia nei contesti personali che lavorativi.
Pensa all’ambito familiare, col partner o con un collega.
Quante volte abbiamo opinioni diverse e siamo convinti di avere ragione?
Cerchiamo di dimostrarlo all’altro ma l’altro continua a restare della sua opinione. Il risultato è che la relazione si raffredda e tutto diventa in salita con quella persona.

Nel Public Speaking le divergenze hanno un effetto amplificato

Immagina di avere qualcuno del pubblico che dà voce a un’opinione contraria alla tua.
Tu come lo gestisci?
Come oratore è facile entrare in difensiva quando ricevono un’obiezione dal pubblico, perdendo la leadership. E’ una situazione delicata che se gestita male può trasformare il tuo discorso in un flop.

Dale Carnegie ti consiglierebbe di evitare le discussioni

Il nostro illustre ospite invisibile di oggi è Dale Carnegie, che nel suo libro Come trattare gli altri e farseli amici fa notare come 9 volte su 10 alla fine di una controversia gli “avversari” si ritrovano dello stesso parere, anzi più convinti che mai di essere dalla parte del giusto.
A nessuno piace ammettere di avere torto. O almeno, poche sono le persone veramente disponibili a farlo.  Ne deriva che, secondo Carnegie, è impossibile avere la meglio discutendo.

Se si perde si perde, e se si vince si perde ugualmente

Infatti, se vinci ottieni di sentirti più forte e nel giusto, ma l’altro si sentirà messo in una condizione di inferiorità, ferito nel suo orgoglio, proverà rancore. Quindi a livello della relazione ci sarà una perdita.
L’unico modo per vincere nei rapporti è mantenere buone relazioni, e dato che le discussioni sono inevitabili e all’ordine del giorno, puoi facilmente capire che servano strategie per affrontarle nel migliore dei modi evitando che degeneri.

7 principi per gestire un’obiezione ed evitare che si trasformi in una discussione

1°) Mindset – cambia i tuoi pensieri!

Se tu riesci a sostituire il pensiero dominato dalla paura “aiuto, e se non è d’accordo con me?”  con il nuovo pensiero “Ben venga la divergenza di opinioni!” sarai più rilassato e meno sulla difensiva quando arriverà un’obiezione e ti sarà più facile mettere in campo anche gli altri consigli.

2°) Respira per domare le reattività!

C’è una parte antica del nostro cervello (quella detta rettiliana) che ci fa reagire con istinti di lotta o di fuga quando percepiamo un’opposizione. Se quando senti salire l’emozione tu scegli, invece di rispondere, di RESPIRARE, rimarrai più lucido ne uscirai meglio anche agli occhi degli altri che ti percepiranno come più sicuro e convinto di ciò che stai dicendo.

3°) Prima di parlare, ascolta!

Evita di rispondere subito adducendo le tue spiegazioni e argomentazioni. Prima prenditi un tempo di qualità per ascoltare e capire veramente cosa intende dirti l’altro. L’ascolto apre le porte, abbatte le resistenze e crea il terreno per un confronto tranquillo e costruttivo.

4°) Ringrazia e valorizza l’intervento dell’altro!

Chiunque si prenda la briga di dissentire sulle tue idee dimostra interesse per le stesse. Quindi ringrazialo!  Puoi dire: “grazie della sua osservazione”, “la ringrazio per il suo commento”, “il suo punto di vista è interessante/ è comprensibile/ è prezioso… “.
Metti l’intervento altrui nella cornice di un genuino desiderio di chiarificazione, e valorizzalo. Così facendo aiuterai ancora di più l’altro a rilassarsi e ad uscire dal fronte opposto rendendolo più collaborativo nei tuoi confronti.

5°) Molto presto, sottolinea i punti di accordo!

C’è sempre qualcosa che hai in comune con l’altro. Ad esempio potrebbe accomunarvi l’intento di trovare una soluzione, di andare avanti in un progetto o dare il meglio. Trova cosa avete in comune e, molto presto, esplicitalo!
Quello che noto è che entrambi abbiamo a cuore l’accuratezza dei dati…”
“Una cosa è certa, a entrambi interessa il successo di questa campagna pubblicitaria, dobbiamo solo trovare l’accordo su quale sia la strada migliore…

“Sicuramente a tutti e due sta a cuore il bene di nostro figlio…”

6°) Ammetti i tuoi errori e scusati!

Se ne trovi, ammetti subito i tuoi errori e scusati. E’ un segno di forza, non di debolezza, che apre la possibilità anche all’altro di fare lo stesso.
“Grazie di avermi fatto notare questo aspetto. In effetti qui manca questo dato…”
“Ha ragione, abbiamo sbagliato noi a non informarla preventivamente di questo aspetto. Di questo mi scuso e mi prendo io la responsabilità”

7°) Prometti di pensarci!

Se non hai una risposta, una proposta di accordo o compromesso, o se hai ancora dei dubbi non serve trovarla subito! Piuttosto che chiudere il discorso, prometti di pensare all’idea dell’altro e valutarla, proponendo un secondo incontro o momento di confronto.
“Ti prometto di riflettere sul tuo punto di vista e la prossima volta ne parliamo.”
“Non posso dare una risposta certa riguardo a questo aspetto in questo momento. Mi riservo di raccogliere dei dati e poi possiamo riparlarne.”
“Adesso non abbiamo il tempo di risolvere questa questione. Vi lascio la mia email e vi propongo di scrivermi lì.”

 

Consulta la nostra pagina dei LIBRI di CRESCITA PERSONALE che consigliamo per migliorare il tuo Personal & Public Speaking.
Troverai anche il libro “Come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie di cui abbiamo parlato in questa puntata, con la possibilità se ti interessa di acquistarlo direttamente da AMAZON.