fbpx

La sicurezza è un prerequisito o si acquisisce con l’esperienza?

Devi parlare in pubblico e vorresti sentirti più sicuro?
Il senso di sicurezza interna che hai o non hai è legato a doppio filo con il valore interno che ti riconosci o non ti riconosci, in altre parole con la tua auto-stima.

Spesso ci fanno questa domanda: quanto conta avere una buona autostima per diventare dei comunicatori efficaci, sia in situazioni private che pubbliche? Si possono imparare delle tecniche che ti aiutino a mascherare una scarsa autostima e sentirti più sicuro?

La nostra risposta

La nostra risposta è: sei sicuro che vuoi una maschera? Perché se la usi ne perdi tu e ne perde il tuo pubblico. Noi abbiamo bisogno di Te, nella tua Verità e solo senza maschere tu potrai riuscire a dare il tuo contributo e ricevere la gratificazione che da questo deriva.

Questo è sicuramente il lavoro più impegnativo e importante che puoi iniziare a fare: lavorare sul Valore che tu per primo ti dai, così da poter lasciare le maschere a casa. Questo te lo consigliamo con tutto il cuore come l’investimento più fruttuoso per te stesso…e per tutti gli altri, che hanno bisogno di te e della tua voce!!

Detto ciò se magari hai un discorso da fare la prossima settimana e non puoi pensare adesso di lavorare sulla tua autostima, vogliamo darti qualche consiglio.

Qualche consiglio se hai poco tempo a disposizione

Iniziamo col dire che le tecniche possono aiutarti solo una volta che avrai deciso di buttarti: ovvero, di esporti, di parlare.  A volte la disistima è talmente forte che diventa auto-esclusione, quindi nemmeno ci mettiamo nelle situazioni di parlare.

Se hai detto di sì è già un ottimo passo!
In questo caso qualche tecnica ti può aiutare, per fornirti quegli attrezzi del mestiere che ti permettono di sentirti un po’ più sicuro.
Con le tecniche si può riuscire a mascherare momentaneamente un’idea svilente di sé, e sempre le tecniche ti possono aiutare a fare quei primi passi che ti consentono di ottenere i primi successi, e quindi andare a riempire un po’ il tuo serbatoio di autostima.

Ecco 2 consigli:

1.Usa il potere delle VISUALIZZAZIONI.

Chiudi gli occhi e immaginati al tuo meglio mentre fai il tuo discorso. Visualizza i dettagli: la tua postura eretta, un bel sorriso, un’attitudine sicura e le parole che fluiscono. Immagina il tuo pubblico che apprezza quello che dici. Immaginare nella nostra mente una scena che dobbiamo ancora vivere è un potente modo per allenarci ad affrontare meglio quella situazione. La nostra mente non fa differenza tra realtà esperita e realtà immaginata e quindi ti troverai ad affrontare quel momento più preparato.

2. Ripetiti una FRASE POTENZIANTE

Il secondo consiglio è quello di interrompere il flusso negativo di parole che probabilmente stanno affiorando alla tua mente come ad esempio “non sono capace, non ce la posso fare, non sono abbastanza sicuro, rischio di fare una figuraccia etc.” e iniziare a dire a te stesso qualcosa di più utile: una bella FRASE POTENZIANTE! Come ad esempio “io riesco! Io do il meglio di me!” .

Queste sono due semplici ma potenti tecniche che ti possono aiutare ad affrontare meglio le prime situazioni in cui scegli di esporti e a rafforzare così la tua idea interna che ce la puoi fare. L’Autostima infatti non è qualcosa che ci viene infuso dall’esterno se si realizzano determinate condizioni fortunate, ma un costante e determinato lavoro interiore, nel dire di Sì a quelle circostanze che ci fanno un po’ di paura e, affrontandole, acquisire consapevolezza della forza che abbiamo.

Scegli di andare oltre alle tecniche!

La maggior parte dei corsi sul public speaking che conosciamo lavora sul fornire le tecniche. Quello di cui noi siamo convinte e su cui ti vogliamo mettere in guardia è di non fermarti qui. In realtà più di tanto non si può mentire. Se veramente l’idea che abbiamo di noi stessi è molto bassa, questa trasparirà, verrà fuori dal nostro linguaggio non verbale, la nostra voce…Il corpo non mente.
Ecco perché il nostro consiglio è quello di lavorare sempre anche sul piano del nostro sé, dell’autostima e del tuo centro.

Questo ci rende più forti anche rispetto al giudizio degli altri.
Nei nostri percorsi includiamo sempre un fortissimo lavoro interiore. Quello che spesso diciamo è: “non possiamo semplicemente metterci la mantellina del buon comunicatore”. Certo, al mantellina è un aiuto non da poco all’inizio, ma parallelamente deve esserci un lavoro sulla fondamenta.

Ora pensa a qualcosa di positivo che hai fatto oggi, respira…e senti che lo hai fatto tu! Ecco se metti l’attenzione su ciò che stai facendo di buono stai mettendo i primi mattoni nella costruzione della Stima di te!

Corso public speaking

Ti è piaciuto quello che hai letto? Aiutaci a condividerlo!